Cominciamo a discutere di cose da fare?

di Gennaro Montella

Montella

Ho pensato, in assenza di riunioni ed altre indicazioni, di cominciare a dare il mio contributo al programma, cominciando dalle Istituzioni.
Invierò al blog i miei appunti sugli altri argomenti; perché possano costituire un punto di partenza per eventuali discussioni.

PARLAMENTO

Diminuzione numero Deputati a max 300

Diminuzione numero senatori a max 150

Tutti eletti direttamente dagli elettori.

Si dovrà tornare alla politica del territorio,  con l’individuazione da parte dei Cittadini del rappresentante più meritevole.

Massimo due legislature consentite. Fermo di due legislature e riproposizione per 1 legislatura. Poi non più eleggibile.

Per dare la possibilità a più Cittadini di partecipare alla politica attiva del Paese.

Eliminazione dell’autorizzazione a procedere.

Eliminazione della pensione ai rappresentanti del popolo (non è un lavoro). E conseguente abolizione della liquidazione di fine mandato.

Eliminazione di ogni forma di contributo ai partiti e rendicontazioni di ogni contributo a partire da 0,00 Euro.

Obbligo di mandato.

Le dimissioni, per qualsiasi motivo, non abbisognano di autorizzazione della camera di appartenenza.

Assunzione diretta dalla camera di appartenenza dei portaborse con rendicontazione obbligatoria del loro lavoro (cartellino presenze).

Nessun compenso aggiuntivo per tutte le cariche previste dalle camere: questori, etc.

Le assenze dalle sedute o commissioni, salvo giustificati motivi, vengono scalate dai compensi.

 

REGIONI:

Riduzione numero componenti consigli regionali.

Eliminazione Regioni a Statuto Speciale

Compensi: al Presidente uguale parlamentari; ai consiglieri max metà del Presidente. I compensi sono omnicomprensivi. (No spese trasporto, commissioni, etc.)

Eliminazione di ogni forma di contributo istituzionale: ai gruppi, al singolo.

Eliminazione di tutte le spese di propaganda istituzionale (esse ricadono a carico dei partiti).

Le assunzioni di consulenti esterne vanno fatte solo ed unicamente in mancanza di analoghe professionalità presenti all’interno dell’amministrazione.

Diversamente sono a carico del partito di appartenenza del Presidente.

No a pensioni e liquidazione fine mandato.

 

PROVINCIE:

Abolizione totale con assunzione compiti da  Comuni capoluoghi e Regione

 

COMUNI:

Compensi: al Sindaco max (dipende dalla grandezza del Comune), il compenso va rapportato ad un consigliere regionale.

Ai consiglieri e assessori (laddove dovuto), compenso omni-comprensivo (commissioni, etc.): a scalare un tot per ogni assenza da consiglio o commissione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...