LE MAFIE NOSTRANE, UNA BATTAGLIA ABRUZZESE, MA COLLEGATA ALLA STORIA. CONTRIBUTO AL DIBATTITO.

di Guglielmo Ferri

Ferri

      Il processo che ha preso il via dall’iniziativa del teatro Brancaccio del 18 giugno scorso è a mio avviso quanto di più necessario per tentare, una volta per tutte, di dare una risposta concreta alla domanda di democrazia e di partecipazione che viene, oserei dire quasi disperatamente, dal popolo, in sostanza è quanto di più necessario per dare una risposta concreta alla richiesta di sinistra che viene dal paese.
Ben venga quindi questo appello alla partecipazione attiva anche in Abruzzo e sono certo che a breve riusciremo, insieme, a mettere su tante assemblee permanenti territoriali.
Intanto mi preme condividere con voi questo mio breve contributo, nello specifico riferito al punto n. 9 delle tematiche trattate al Brancaccio.
La lotta alla mafia ed alla corruzione è una tematica molto importante anche da noi in Abruzzo, la ex cosiddetta “isola felice”. La cronaca giudiziaria fin troppo spesso ci parla di indagini e di processi riguardanti le infiltrazioni mafiose nei nostri territori e non si può affatto essere inconsapevoli riguardo questo problema.
Ancora più dettagliate ed incisive sono le inchieste di Angelo Venti, giornalista ed ex referente regionale di “Libera”, che hanno portato alla luce infiltrazioni della criminalità organizzata nell’aquilano, che vanno dalla gestione dell’emergenza post-sisma alla ricostruzione vera e propria, oltre ad infiltrazioni nella Marsica per quanto riguarda la gestione e la realizzazione di impianti fotovoltaici e per lo smaltimento dei rifiuti; lo stesso dicasi per le inchieste dell’attivista Alessio Di Florio dell’associazione “Rita Atria”, concentrate sul vastese e sulla costa teatina, inchieste che hanno portato alla luce le infiltrazioni nel tessuto economico di quei territori, fino a Francavilla al Mare, ad esempio.
Ma di certo non finisce qui, perché anche i recenti approfondimenti portati avanti da Sinistra Italiana Abruzzo hanno evidenziato il nesso tra lo sfruttamento dei migranti ed il commercio di merci contraffatte e lo spaccio di sostanze stupefacenti, sotto la gestione dalla camorra, tra Pescara e Montesilvano, oltre al forte odore di speculazioni edilizie che c’è dietro, specie su Montesilvano.
Io credo che nella costruzione di questo processo di democrazia e partecipazione si debba cercare di coinvolgere anche figure come gli attivisti sopra citati, si debba coinvolgere la rete di associazioni antimafia presenti sul territorio, proprio nel rispetto dello spirito partecipativo popolare uscito fuori dal Brancaccio.
E per quanto riguarda poi la redazione del programma elettorale si deve dare uno spazio importante alle attività di contrasto alla criminalità organizzata e non solo dal punto di vista squisitamente giudiziario e repressivo, ma anche dal punto di vista culturale, civile e sociale, perché la migliore prevenzione è la conoscenza. Bisogna quindi creare un modello culturale di promozione instancabile dei principi e dei valori della legalità e della giustizia sociale, coinvolgendo in primis l’istituzione scolastica.
Inoltre, sempre per quanto riguarda il programma, si deve prevedere il rilancio delle attività dell’agenzia nazionale dei beni confiscati (ANBSC), volto alla completa utilizzazione degli stessi immobili, perché il riutilizzo a scopi sociali e culturali di quei beni è uno dei segnali di contrasto più forti alla logica mafiosa; al riguardo è utile ricordare che in Abruzzo ci sono decine e decine di immobili confiscati, presenti in tutte e quattro le province ed in larga parte inutilizzati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...